Racconti dai campi

Ottobre nei campi della Rosa di Gorizia

26 ottobre 2018

Siamo a ottobre, fra qualche mese la Rosa di Gorizia sboccerà e sarà nel pieno della sua maturazione. Come stanno in questo momento le 600.000 piantine di Rosa di Gorizia che ad agosto avevamo messo a dimora nei campi dell’Azienda Agricola Santinelli?

Crescono rigogliose, favorite soprattutto dal clima molto caldo di questo ottobre che sembra un prolungamento dell’estate. Un caldo Inaspettato e inedito. L’ARPA – Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente del Friuli Venezia Giulia, riporta che: “… i primi tre quarti dell’anno in corso risultano 1,2 °C più caldi della norma, dato in linea con gli anni più caldi in assoluto”. Agosto, settembre e la prima parte di ottobre (tranne qualche giornata piovosa e decisamente fredda) rientrano in pieno tra i mesi caldi di questa classifica.

Perché la crescita della Rosa di Gorizia compia il suo corso, saranno necessari però anche i giorni più freddi. Li aspettiamo, per vedere i primi cambiamenti cromatici dei fiori verso il rosso rubino, insieme alle brine di dicembre che faranno una selezione delle piante più forti.

Per la coltivazione seguiamo un rigoroso metodo bio, al quale i terreni sono stati convertiti. Per la lotta alle infestanti, ad esempio, la tecnica che utilizziamo è il sovescio. Una pratica che consiste nell’interrare al momento giusto determinate piante che hanno la funzione di contrastare naturalmente le infestanti dannose e allo stesso tempo di apportare nutrimento al suolo aumentandone la fertilità.